PRESENTAZIONE- "ho smesso di tremare" (il manuale)

VUOI SAPERNE DI PIU' ? CLICCA QUI



SAI GIA' TUTTO SUL POSITIVE SELF TALK ANTIPANICO E VUOI FRUIRNE RAPIDAMENTE ? CLICCA QUI



HAI VISITATO QUESTE PAGINE PER PURA CURIOSITA' ED ORA STAI PER USCIRNE?
NON FARLO PRIMA DI AVER GETTATO UNA OCCHIATAQUI!!


DUE PAROLE...TANTO PER ESSERE CHIARI (leggi)





Il Positive Self Talk Antipanico in TV

Di nuovo sul New York Times

Il Positive Self Talk Antipanico compare di nuovo in un articolo del NYT. Venne già citato in un altro articolo intitolato Attacchi di Panico: un nuovo approccio (Panic Attacks a new approach) apparso sulla nota testata giornalistica americana circa due anni fa e di nuovo torna a far parlare di se tornando alla ribalta della cronaca.


Il nuovo articolo intitolato "Come uscire dagli attacchi di panico" (una short notice) a firma di Randal C. Arcibold, recita così:

"Oltre quaranta milioni di americani soffrono di questo disturbo. Oggi comunque grazie ad un nuovo metodo che sembra stia dando brillanti risultati, il Positive Self Talk Antipanico, numerosissimi dichiarano di essere guariti."



Se avete a cuore la vostra salute, dovete assolutamente leggere questo post!!

Se avete a cuore la vostra salute, dovete assolutamente leggere questo post!!

Lo abbiamo scritto grazie alla collaborazione di una persona che si sta adoperando molto per investigare sulle verità che ci vengono negate e che dedica gran parte del suo tempo alla loro diffusione.

Dunque, come molti che seguono questo blog da diverso tempo già sapranno, il Positive Self Talk Antipanico fino agli inizi del 2012 era presente su wikipedia alla voce attacchi di panico.

Poi improvvisamente, ogni riferimento ad esso venne cancellato. 

Tutti noi che ci occupiamo della sua diffusione e che cerchiamo di portare a conoscenza di tutti questa straordinaria possibilità, restammo costernati da questa assurda e coatta ingerenza dei poteri forti che tendono a sopprimere qualsiasi alternativa all'utilizzo degli psicofarmaci nella cura dei disturbi della sfera psicologica con conseguente perdita di guadagno per le case farmaceutiche.

Come tutti ben sanno, le lobby del farmaco sono tra quelle così potenti, da poter essere in grado di gestire a proprio piacimento, la libera informazione globale. Quando esse decidono che un vaccino o una cura che per loro rappresenta un business miliardario, a nulla valgono le proteste di eminenti studiosi e ricercatori che provano di farne capire la pericolosità ed inefficacia. Si fa come esse decidono di fare, punto, ed ogni mezzo è lecito per il raggiungimento di tale scopo.

E' da quel giorno che ci battiamo per il ripristino della verità, e finalmente credevamo di esserci riusciti, infatti nella nuova edizione della "BIBBIA" della psichiatria americana, il DSM V, finalmente siamo riusciti a fare introdurre la voce: POSITIVE SELF TALK ANTIPANICO con l'acronimo ( PA/s) (POSITIVE ANTIPANIC/selftalking).

Ma il boicottaggio continua!

Ecco un estratto della pagina di wikipedia che tratta l'argomento attacchi di panico:



(Scusate l'immagine un po piccola, ma potrete verificare voi stessi su wikipedia)

Cosa hanno fatto dunque? Hanno cercato di far passare questo acronimo, per una semplice sigla che indica il panico, e su tutta una serie di altre pubblicazioni, addirittura per una scala di valore riferita al panico!!

Eppure, il DSM parla chiaro!!!



Il manuale non è ancora stato tradotto in italiano, percui ve ne forniamo uno stralcio in lingua inglese dalla sezione riguardante le terapie che non prevedono l'uso di farmaci, dove appare evidente a cosa fa riferimento quella sigla!



Come vedete dalla parte sottolineata in rosso, carta canta!!

Pensate che sia finita qui? No, il bello deve ancora venire!!

Come tutti ben sanno, wikipedia è stata concepita per essere un grande contenitore della conoscenza universale, una enciclopedia multimediale a cui tutti possono contribuire.
Ebbene questo in teoria, perchè alcuni argomenti da "loro" giudicati intoccabili, sono assolutamente blindati!! E gli attacchi di panico, attorno ai quali ruota il business miliardario delle case farmaceutiche e delle lobby psichiatriche, è uno di questi...

Fate se volete la prova voi stessi e provate ad inserire qualsiasi accenno al PSTAP, e vi accorgerete che esso viene immediatamente rifiutato!!

Ma fin qui, essi potrebbero nascondersi dietro le loro linee guida, che del tutto arbitrariamente giudicano ciò che è "enciclopedico" (loro stravagante definizione) e ciò che non lo è.

OK, d'accordo, diamoglielo per buono!

In questo caso però, il regolamento di wikipedia, prevede che si possa utilizzare un altro strumento chiamato "open directory project" che si riferisce alla possibilità di inserire delle voci "esterne" appositamente creato per inserire collegamenti e temi correlati, ma da loro giudicati "non enciclopedici"

Ecco lo strumento:

Se cliccate sul link di inserimento presente sulla pagina di wikipedia in basso, alla voce link esterni, dovrebbe permettervi di inserire gli argomenti da voi scelti, se giudicati idonei...

Invece cosa succede?

Vi appare questa dicitura:

Tutto chiaro? Hanno deciso loro anche per noi, cosa è conoscenza e cosa non lo è!!

Ma aspettate ora arriva qualcosa di ancora più eclatante!!

E qui entra in gioco la scoperta della persona di cui parlavamo all'inizio.
Ci siamo avvalsi del suo aiuto e della sua abilità nello svolgere questo particolare tipo di ricerche e dunque per rendergli il favore, pubblichiamo quanto segue per riconoscenza e per avvalorare quanto appena detto.
Egli sostiene che wikipedia sia al servizio di chi vuole controllare l'informazione globale e noi dopo quanto accaduto non facciamo fatica a credergli.
Mentre eseguiva queste indagini per nostro conto, al suo occhi allenato non è sfuggito un particolare inquietante che da solo avvalora qualsiasi altra ipotesi e che era sotto gli occhi di tutti.

Dunque, se aprite qualsiasi pagina di wikipedia, appare ben visibile un appello proprio sotto l'intestazione. Esso richiama alla solidarietà per un certo "DIU" utente-moderatore di wikipedia Grecia, messo sotto accusa da un politico ellenico. In questo laconico e pietistico messaggio, essi tendono a far apparire questo diu, quale vittima di chissà quale macchinazione volta a chiudere la bocca alla libera informazione. 

In realtà questo utente, avvalendosi delle sue prerogative di amministratore, ha vandalizzato la pagina relativa ad un uomo che si batte per far uscire la Grecia dall'Euro e per il ritorno alla Dracma ed egli giustamente lo ha denunciato. 
Questa è la prova che loro utilizzano l'immenso potere che hanno a disposizione, per manipolare la realtà e adesso stanno usando ogni mezzo per apparire vittime.

Altra cosa curiosa, sempre evidenziata dal nostro amico-collaboratore, è che a scrivere l'appello è stato un certo Vito, che altri non è se non il "famigerato" Vituzzu, un amministratore di Wiki, che ne ha combinate di cotte e di crude e del quale basta digitare la parola Vituzzu e associarla con Wikipedia, nella ricerca di Google, per conoscerne fatti e misfatti, sui quali non ci dilungheremo, ma aggiungiamo solo che egli era stato cacciato dalla porta, evidentemente solo per rientrare dalla finestra della nota enciclopedia (appoggiato da chi?)

Ecco un estratto sull'uomo politico in questione, tratto da wikipedia English, il cui nome era stato infangato da questo diu, solo perchè la sua battaglia disturba i poteri forti dei soliti noti:

Theodore Katsanevas (Greek: Θεόδωρος Κατσανέβας; born 1947) is a Greek academic[1] and founder in May 2013 of the political party Drachmi Greek Democratic Movement Five Stars,[2] which campaigns for Greece to abandon the euro and return to the drachma.[3][4] He was a member of the Greek Parliament between 1989–2004[5] for the Panhellenic Socialist Movement (PA.SO.K).[2]

Da wikipedia l'enciclopedia multimediale. http://en.wikipedia.org/wiki/Theodore_Katsanevas

Anche il Professor Alexandre Simonet Ideatore del Positive Self Talk Antipanico, sta avviando una procedura tramite il suo ufficio legale, per costituirsi parte lesa nei confronti di Wikipedia, l'accusa specifica è ancora da formularsi, ma sarà inerente all'omissione di informazioni riguardo una metodo scientifico approvato e certificato dal mondo accademico.

L'amigdala mal funzionante causa gli attacchi di panico? Una bufala!!

Sapete perché a questa grossa dabbenaggine è stato dato tanto risalto? Armatevi di popcorn o patatine se preferite e sedetevi comodi che ve lo spiego. 

Avevo intenzione, dopo aver discusso l'argomento proprio oggi con alcuni miei colleghi, di scrivere un bell'articolo accademico al riguardo. e volevo farlo questa sera.
Dunque, armato di pazienza mi sono messo di nuovo a sfogliare vecchie fonti che trattavano l'argomento per un paio d'ore.
Più leggevo e più mi cadevano le braccia, e mi rendevo conto che non sarei riuscito a scrivere un articolo serio sulla base di tanta sciatta imprecisione e leggerezza che caratterizza le note scientifiche e gli articoli relativi a questa, che in altro modo non potrei definire se non alla stregua di una "leggenda metropolitana".

Tutti ormai sanno, ma forse è bene ripeterlo ogni tanto, che non esistono assolutamente le benché minime prove affinché si possa asserire che i cosiddetti disturbi psichiatrici, derivino da effettivi danni biologici. Nessuno è stato mai in grado di dimostrarlo scientificamente e gli psichiatri arrossiscono, quando gli si solleva con risolutezza e cognizione di causa questa verità.

Quindi che succede, ogni qualvolta un pinco pallino qualsiasi, si sveglia una mattina con una intuizione che confermi questa loro chiave di lettura, l'intera comunità degli strizzacervelli internazionali, si eccita allo stesso modo di come fecero gli studiosi della Bibbia, al ritrovamento dei rotoli del Mar Morto. Ogni teoria, che confermi la tesi che più gli sta a cuore, ovvero che metta in rilievo che il cervello di un soggetto affetto da disturbi psicologici, o psichiatrici possa essere anche solo lievemente danneggiato, li manda in visibilio. 

Eh già, perchè deve essere dura prescrivere in continuazione dei farmaci per curare organi sani!! I farmaci possono essere usati per curare patologie quali la meningite, ma in questi casi il danno biologico è accertato e nessuno ne metterebbe in discussione l'impiego.

Tornando dunque al "presunto" malfunzionamento dell' amigdala, non è neppure ben chiaro come esso sia stato rilevato. Infatti, come potreste constatare voi stessi effettuando qualche semplice ricerca, la maggior parte degli articoli che ne parlano, non ne fanno neppure riferimento, o se lo fanno il sistema impiegato per individuare tale disfunzione, non risulta mai essere il medesimo.

Comunque, per amore della discussione e per non emettere immediatamente una sentenza senza processo di appello ad un filo logico che per qualsiasi "mente pensante" potrebbe già concludersi qui, sorvoliamo e concediamo il beneficio del dubbio, facendo finta che invece ci abbiano convinti della veridicità delle loro asserzioni.

Ammesso dunque (ma non concesso), che questa amigdala ad un attento esame clinico risulti (infiammata?) iper stimolata durante una crisi di panico, cosa avrebbero scoperto di tanto clamoroso evidenziando ciò?

Il loro ragionamento equivarrebbe a dire che se qualcuno, picchiandosi un dito con il martello ne causasse l'arrossamento ed un relativo gonfiore, dovrebbe pensare che la causa di tale trauma andrebbe ricercata in qualche malfunzionamento del dito anziché semplicemente addossarla alla martellata!

Sembra un ragionamento contorto vero? Eppure è quello che questi "luminari" fanno. Questo è quello che loro chiamano metodo scientifico ed investigativo. Roba da non credere, ma andiamo avanti...

Tra le tante argomentazioni affrontate con leggerezza e vacuità da questi articoli, una cosa risulta ben chiara.
Sembra che per giungere a tali sconcertanti rivelazioni, questi signori si siano serviti di un numero imprecisato di volontari, ai quali per provocare delle reazioni di panico indotte è stata fatta respirare una miscela di aria e anidride carbonica (sempre per dimostrare che la fisica e la biologia c'entrino qualcosa) e che ciò abbia effettivamente indotto crisi, su almeno un paio di soggetti su dieci.

A questo punto, la mia mente è entrata in confusione ed è stato li che le mie braccia già cadenti a seguito della mole di assurdità assorbite, hanno toccato definitivamente il pavimento. Ma come, mi sono detto, non è appunto respirando una miscela di aria e anidride carbonica da un sacchetto, che fino al giorno prima questi stessi signori ci dicevano che le crisi di panico potevano essere allontanate nei momenti di estrema necessità e come primo ausilio?? Insomma signori...siate coerenti, mettetevi d'accordo!!!

Alla luce di queste mie considerazioni, sinceramente, permettereste a questi individui di mettere le mani sul vostro cervello? Io sicuramente no.

Immagino che siate già stanchi di leggere, e che abbiate finito la scorta di popcorn, ma lasciatemi fare un'ultima importante considerazione. Vorrei evitarla, perché con ciò che sto per dirvi mi sembra di "sparare sulla croce rossa" ma lo ritengo inevitabile.

Se con la terapia cognitiva e la terapia breve e strategica (vedete come sono neutrale oggi, non accenno neppure al mio metodo ma faccio un favore alla concorrenza) gli attacchi di panico possono essere sconfitti, come è possibile che ciò avvenga se questi dovessero essere imputabili ad un danno materiale di una parte del cervello?? Cosa fa la psicoterapia ripara le molecole o i tessuti danneggiati? Ma perché vogliono prenderci proprio per idioti? 

Termino con un consiglio, e ve lo do con il cuore. Se volete fare altri tentativi prima di affidarvi al Positive Self Talk Antipanico, provate pure a seguire i consigli di terapeuti che praticano la terapia cognitiva o la terapia breve, sempre che essi non la associno all'assunzione di psicofarmaci. Di tutte le categorie di speculatori, questi ultimi sono i meno peggio e qualche volta ottengono anche dei discreti risultati, ma con loro al massimo rischiate di farvi spillare un bel po di soldi o di continuare a soffrire con i vostri tremendi ma innocui attacchi di panico. Guardatevi bene però, ma molto molto bene, da tutta quell'altra serie di farabutti che tentano di indurvi a pensare che il vostro sia un malessere di natura fisiologica che non può essere curato se non con le loro psicodroghe, questi ultimi sono dei veri criminali e purtroppo molti di essi trovano ampio spazio nei talk show e sui media in generale.

Con affetto
Alexandre M. Simonet.